Rimozione di ceppi d’albero: il metodo migliore e 3 metodi fai da te

rimozione di ceppi di albero


Ti è rimasto in cortile il ceppo di un albero abbattuto e non sai come rimuoverlo?

Vorresti ridisegnare il tuo giardino, ma dei tronconi te lo impediscono?

Hai abbattuto l’albero, ma il ceppo saldamente avvinghiato al terreno?

Che la tua situazione rientri in uno di questi scenari o meno, nell’articolo che andrai a leggere ti parlerò dei sistemi più comuni ed utilizzati per la rimozione dei ceppi d’albero.

Rimozione manuale

Il primo e più tradizionale sistema che puoi usare è quello della rimozione manuale.
Attraverso l’utilizzo congiunto di un’accetta, una motosega, delle cesoie, una zappa ed una vanga,
dovrai riuscire a dissotterrare e recidere più radici possibili, per poi estirpare il tuo ceppo.
È sicuramente il metodo più economico, ma spesso non il più conveniente.
Valuta il tipo d’albero ed il suo impianto radicale.
Quanto si estendono le radici?
Che profondità raggiungono?

Conviene usare questo sistema di rimozione, solo se il ceppo è largo al massimo un 30 cm.
In caso contrario, oltre a sudare sette camicie e a farti venire le vesciche sulle mani, potresti correre il rischio
di rovinare i tuoi strumenti e di farti del male.

Fai attenzione se il terreno è sassoso, potresti logorare il filo della zappa e dell’accetta colpendo qualche roccia, o
addirittura rompere la catena della motosega, col rischio che qualche frammento di metallo possa colpirti.

Bruciare il ceppo

Non è una pratica troppo pesante o complicata, ma vanno usate le dovute accortezze.
Anzitutto, assicurati che accendere il tuo falò non costituisca reato.
L’Italia è uno dei paesi a più alto rischio d’incendi in Europa, quindi ogni regione ha adottato delle
stringenti normative in materia (anche la sola produzione di fumo può essere sanzionata).
Confrontati con le autorità competenti e solo dopo il loro benestare procedi in questo modo:

  • Accendi il fuoco attorno al ceppo;
  • Ravvivalo aggiungendo costantemente legna secca o carbonella;
  • Facendo la massima attenzione, potresti usare un propellente come cherosene, alcol od olio combustibile;
  • Vigila costantemente sul falò: potrebbero volerci parecchie ore.

Pro e Contro

Tale trattamento può funzionare solo su ceppi stagionati e che quindi sono rimasti ad
essiccare per diversi mesi.
Il legno fresco, infatti, brucia molto lentamente (o affatto), producendo un’enorme quantità di
fumo.

Il ceppo deve essere relativamente piccolo, oppure ci metterà molte ore se non qualche giorno.

Non sottovalutare il costo sia in termini di tempo sia in termini di soldi, un grosso ceppo non brucia da solo ma ha bisogno di essere costantemente alimentato.

Le radici rimarranno nel terreno e non bruceranno quindi probabilmente non potrai piantarci un altro albero.

Rimozione tramite prodotti chimici

Ce ne sono di più tipi, ma solitamente si fa ricorso al nitrato di potassio.
Pratica dei fori nel ceppo con una punta da trapano lunga almeno 35 cm e versa al loro interno il
prodotto chimico.
Ogni foro deve essere il più profondo possibile, in modo tale che il tronco si impregni a dovere.
Le sostanze come il nitrato di potassio, infatti, reagiscono con il legno e lo fanno marcire.
Tu non dovrai fare altro che attendere la fine di questo processo: circa due/quattro settimane.

Fai attenzione a maneggiare questo tipo di prodotti chimici:
Il nitrato di potassio è irritante per la cute, gli occhi ed il tratto respiratorio.
Inoltre, se ingerito, può causare dolori addominali, convulsioni ed incoscienza.
Se ne fai uso, dunque, tieni lontani gli animali ed i bambini.

Rimuovi i ceppi di albero tramite ditte specializzate

Oltre alle tecniche sopra descritte e che prediligono il fai da te, è possibile chiamare delle ditte specializzate che dispongono di mezzi come gli escavatori.

Tale metodo è imprescindibile quando si tratta di alberi di grandi dimensioni, ma risulta ottimale
in ogni contesto.
Rivolgersi a dei professionisti non deve spaventare.
Nonostante ciò preveda un esborso, l’utilizzo dell’escavatore garantisce vantaggi evidenti rispetto
agli altri metodi di espianto:

  • Velocità
  • Trattamento risolutivo (non è detto che la rimozione superficiale del ceppo non consenta alla pianta di “rinascere” attraverso i polloni basali);
  • Sicurezza totale (l’azienda da te scelta opererà in rispetto delle leggi e seguendo schemi di lavoro professionali).

Hai bisogno di liberarti di un ceppo d’albero in breve tempo?
Non vuoi arrischiarti col metodo fai da te?
Vuoi assicurarti un lavoro ben eseguito, professionale e definitivo?
Contattaci compilando il modulo di richiesta qui sotto.
Riceverai gratuitamente un preventivo per la rimozione del tuo ceppo d’albero col metodo
dell’escavatore e qualsiasi altra informazione.

Dacci più informazioni: descrivi meglio la zona, e tutto quello che è importante sapere.